Seleziona una pagina
ecobonus 110 21 | 07 | 2020

Con la conversione in legge del Decreto Rilancio, diventeranno operative le detrazioni fiscali del 110%, per chi realizza un cappotto termico, sostituisce gli impianti di riscaldamento esistenti con caldaie a condensazione e a pompa di calore, installa pannelli fotovoltaici e colonnine di ricarica per auto elettriche e riduce il rischio sismico degli edifici.

Con l’entrata in vigore della legge, scattano i termini per l’approvazione dei provvedimenti e dei decreti attuativi, molto attesi dagli operatori del settore, dai contribuenti, dagli istituti di credito e intermediari finanziari. Dall’impianto originario del decreto sono cambiati i massimali, ma è stata estesa la platea dei beneficiari, includendo le villette a schiera, le seconde case, le associazioni, le società sportive, fino ad un massimo di due richieste per singolo contribuente.

Ecobonus 110%: quali sono i prossimi passi?


Le norme in arrivo saranno:
– 
il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con le regole sullo sconto in fattura e la cessione del credito, che deve essere approvato entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge;
– 
il decreto sui tetti di spesa e i massimali di costo degli interventi, su cui i professionisti dovranno basarsi per il rilascio delle asseverazioni;
– il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) con le modalità di trasmissione delle asseverazioni all’Eneada approvare entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge.


Ricevi aggiornamenti sull'Eco bonus 110%

Share This